A Pistoia inaugura un nuovo sistema museale promosso dalla Fondazione Caript

A quattro mesi dall’annuncio della sua nascita, la Fondazione Pistoia Musei inaugura le proprie attività aprendo le porte di tre delle quattro sedi che costituiscono il nuovo sistema museale cittadino affidato alla Direzione Scientifica di Philip Rylands: Palazzo Buontalenti apre al pubblico con la mostra Italia Moderna 1945 – 1975. Dalla Ricostruzione alla Contestazione a cura di Marco Meneguzzo; Palazzo de’ Rossi presenta Pistoia Novecento 1900-1945, un rinnovato percorso espositivo dedicato all’arte del Novecento pistoiese, a cura di Annamaria Iacuzzi e Philip Rylands; Antico Palazzo dei Vescovi offre un racconto visivo della città, dal percorso archeologico all’Arazzo ‘millefiori’, dalla collezione del poeta Piero Bigongiari dedicata al Seicento fiorentino alle tempere murali di Boldini. L’inaugurazione di San Salvatore – quarto edificio del sistema museale – è invece prevista per settembre 2019.

Quattro diverse sedi situate nel cuore del centro storico di Pistoia danno vita oggi al nuovo sistema museale cittadino promosso da Fondazione Caript e gestito dalla sua società strumentale Pistoia Eventi Culturali, voluto per raccontare la città dalle sue origini fino alle vicende artistiche del Novecento, con un programma espositivo di ampio respiro e un’attenzione particolare all’arte moderna e contemporanea. Un progetto importante e impegnativo, che – anche tenuto conto degli effetti positivi registrati dall’elezione nel 2017 a Capitale Italiana della Cultura – si pone l’obiettivo di offrire alla città, ai suoi abitanti e ai visitatori un programma di iniziative culturali e artistiche articolato e attrattivo, affinché Pistoia si affermi sempre di più come meta prediletta dal turismo culturale e possa valorizzare e promuovere il suo patrimonio.