MICAS, il progetto per il nuovo spazio per l’arte contemporanea a Malta

Sono ancora in corso i lavori per la realizzazione del prossimo museo internazionale di arte contemporanea a Malta (MICAS). La sede sarà a Floriana, presso il distretto Balzunetta e grazie ai fondi europei ed al supporto del Ministero della Giustizia e della Cultura, sono già stati avviati i lavori di restauro e di riedificazione della fortezza che ospiterà il progetto museale, di fronte al Porto di Marsamxett. Si tratta dello Ospizio, precedentemente fortezza difensiva, trasformata in centro per la detenzione di prigionieri nel 19°secolo.
Il Malta International Contemporary Art Space sarà la piattaforma di lancio dell’arte contemporanea maltese e dei suoi giovani artisti, nonché palcoscenico per numerosi artisti già affermati nel mondo dell’arte sia in Europa che oltreoceano. Filo conduttore e scopo del progetto sarà quello di presentare al pubblico uno specchio del mondo attuale dal punto di vista sociale ed ambientale, tramite l’occhio critico dell’arte. Il museo verrà edificato in un immenso spazio fortificato, in un gioco di spazi e di luce in un perfetto match. In un video postato sulla pagina Facebook del futuro museo è possibile farsi un’idea di come sarà una volta ultimato. Palese il richiamo diretto alla maestria minimal dell’architetto giapponese Tadao Ando: strutture in legno e vetro in armonia con la storica fortezza sottostante, senza nulla togliere a quest’ultima, in quanto lo sviluppo dello spazio non andrà ad interferire sull’importanza storica del luogo. Il progetto firmato dallo studio IPO, con base a Firenze, sarà finanziato anche dai fondi europei in favore della riqualificazione di luoghi storici per una nuova fruizione da parte dei cittadini maltesi. Verrà ospitata anche una piccola biblioteca, dove gli studenti potranno consultare testi relativi all’arte ed all’architettura, oltre a numerosi volumi relativi all’interior design.
Al momento lo staff ufficiale è composto dalla presidente Phyllis Muscat, ben conosciuta nella mondo politico maltese, la buisness advisor Angela Attard Fenech, l’interior designer Francis Sultana e l’esperta di comunicazione e membro della Fondazzjoni Kreattività Georgina Portelli e Ruth Bianco è stata nominata Art Director. Nessuna open call al momento, ma è possibile inviare una candidatura spontanea per partecipare ad eventuali stage e/o progetti di volontariato al seguente indirizzo email: people@micas.art
Seppur ancora un cantiere a cielo aperto, sarà possibile accedere allo spazio prima dell’apertura ufficiale, visitando l’attuale mostra: The Radiant di Ugo Rondidone,  fino al 31 Marzo 2019 ospitata nei Giardini Maison.