“LAGO”, la nuova personale di Tellas alla MAGMA Gallery

Dal primo febbraio le bianche pareti della MAGMA Gallery di Bologna sono tornate a colorarsi con i vivaci toni delle tele di Tellas. LAGO è infatti la personale del noto artista di strada di origini sarde che sarà visitabile fino al 16 marzo 2019.
Non è la prima volta che la galleria bolognese espone delle opere dell’artista: nel 2016 infatti Tellas figura tra gli artisti protagonisti di “4URBAN TALES” per poi tornare l’anno successivo con “TROPICO”, solo show nel quale raccontava del suo lungo viaggio in Australia. Anche “LAGO” vuole proporsi come un racconto, il racconto del viaggio compiuto da Tellas in Canada la scorsa estate. Le tele, realizzate appositamente per la mostra con colori inediti rispetto alla tradizionale palette dell’artista, non sono altro che ricordi, frammenti e suggestioni dei colori e dei paesaggi vissuti nei 2500 km percorsi sul territorio canadese, da Montreal a Toronto, seguendo il fiume San Lorenzo, incontrando Kingston sul lago Ontario e arrivando poi alla Bruce Peninsula e al lago Huron, per raggiungere infine le cascate del Niagara. La natura essenziale con i suoi rossi, verdi e gialli, contrastanti con le tinte fredde dei grandi laghi, sono gli elementi che dominano le tele di Tellas.
Se già in “Tropico” l’artista aveva ritratto la forza naturale della costa est dell’Australia, in “Lago” risulta chiara la sua evoluzione stilistica. Alla preziosità dei dettagli, riportati con la cura e l’incredibile tecnica che lo contraddistinguono, si aggiungono delle nuove forme, dei nuovi e sorprendenti equilibri compositivi. I riquadri in cui si suddividono le tele sono uniti da silhouettes bianche, solide, che si sovrappongono ai colori vibranti e ai dettagli dello sfondo, conferendo nuova forza all’opera. I colori essenziali e i segni netti rievocano la forza di quell’ambiente naturale inabitato, silenzioso, vitale e fertile allo stesso tempo. Di grande impatto sono anche le tele come “Forest Mills” dove l’intrico di foglie viene squarciato da un groviglio di luce emanata da un tubo al neon.
La ricerca artistica di Tellas risponde alla necessità di tornare ad una connessione più intima con la natura: ogni grande murales, pittura o lavoro su carta dell’artista descrive un mondo, lontano o vicino, reale o immaginario, una natura primordiale e un’energia da cui ci sentiamo inconsapevolmente attratti.
Con questa armoniosa ed equilibrata mostra, insieme al padiglione allestito all’interno di ArteFiera con un solo show dedicato a Jan Kalab, la MAGMA gallery ha saputo inserirsi al meglio nel ricco palinsesto dell’art week bolognese conquistando una doppia e positiva presenza dentro e fuori l’impianto fieristico.